Ansia e i suoi disturbi
I farmaci ansiolitici
Trattamenti non farmacologici
Disturbi d'ansia in età evolutiva
Per saperne di più...
Cosa possono fare i familiari?
Testi consigliati
Link a siti informativi
Domande frequenti (F.A.Q.)
CHI SIAMO
LETTERATURA SCIENTIFICA INTERNAZIONALE
STUDI SCIENTIFICI
DAL TEAM
INFORMAZIONI
CONTATTO
Pazienti/Familiari > Disturbi d'ansia in età evolutiva > Disturbi d'ansia in età evolutiva
UNA PANORAMICA GENERALE Versione stampabile
Untitled Document

Ansia e angoscia non sono di per sé sinonimi di patologia: come affermato da B.Golse (1995), “uno sviluppo al riparo da ogni angoscia è assolutamente inconcepibile e se esistesse sarebbe francamente patologico”.
L’angoscia fa parte integrante degli affetti del bambino come dell’adulto, in quanto corrisponde all’attesa della gratificazione in condizioni di parziale fallimento dell’ambiente a soddisfare le richieste di soddisfazione.
E’ importante non etichettare come patologiche fobie, compulsioni e sintomi ansiosi che fanno parte integrante del normale sviluppo fisiologico del bambino.
E’ frequente che bambini di età prescolare sviluppino dei “rituali magici” prima di andare a letto, cosi’ come e’ assolutamente fisiologico il pianto e i sintomi d’angoscia a questa eta’ di fronte al distacco dalle figure genitoriali o lo sviluppo di condotte fobiche nei confronti di cio’ che ai loro occhi è nuovo e sconosciuto.
D’altra parte è importante riconoscere il piu’ precocemente possibile la presenza di segnali patologici nello sviluppo del bambino, in quanto tanto piu’ precoce sara’ la diagnosi, tanto maggiore sara’ la possibilità di agire efficacemente a livello terapeutico sul disturbo, impedendo che questo interferisca con lo sviluppo cognitivo, relazionale e affettivo del soggetto.

CLASSIFICAZIONE DEI DISTURBI D’ANSIA
Nella classificazione dei disturbi d’ansia, il DSMIV dell’American Psychiatric Association (APA, 1995) e la Classificazione multiassiale dei disturbi psichiatrici del bambino e dell’adolescente (derivata dall’ICD 10 dell’OMS, 1996) inseriscono diversi quadri psicopatologici:

disturbo da ansia da separazione
disturbo di panico
disturbo d’ansia generalizzato
fobia sociale e fobia semplice (o specifica)
disturbo post-traumatico e acuto da stress
disturbo ossessivo-compulsivo
disturbo d’ansia non altrimenti specificato

A cura della Dr.ssa D.Di Pasquale

Pagine: 1 2
NEWSLETTER
Iscriviti gratuitamente alla Newsletter per essere sempre aggiornato sul sito
RICERCA
Ricerca un termine all'interno del sito o nel web
DITE    LA    VOSTRA

Dite la vostra

I    PAZIENTI RACCONTANO
ELENCO ARTICOLI :
UNA PANORAMICA GENERALE
DISTURBO D'ANSIA DA SEPARAZIONE
Medici/Psicologi Pazienti/Familiari English Home Page