Ansia e i suoi disturbi
Ansia normale e patologica
Il disturbo di panico
Il disturbo d'ansia generalizzato
La fobia sociale
Le fobie specifiche
Il disturbo post traumatico da stress
I farmaci ansiolitici
Trattamenti non farmacologici
Disturbi d'ansia in etą evolutiva
Per saperne di pił...
Cosa possono fare i familiari?
Testi consigliati
Link a siti informativi
Domande frequenti (F.A.Q.)
CHI SIAMO
LETTERATURA SCIENTIFICA INTERNAZIONALE
STUDI SCIENTIFICI
DAL TEAM
INFORMAZIONI
CONTATTO
Pazienti/Familiari > Ansia e i suoi disturbi > Ansia normale e patologica
ANSIA NORMALE E PATOLOGICA Versione stampabile

ANSIA NORMALE

L'ansia e' uno stato emotivo caratteristico e radicato nella natura umana. Una normale reazione d'allarme o ansia fisiologica implica un'attivazione generalizzata delle risorse individuali diretta contro uno stimolo ben conosciuto e reale con la funzione di aiutare la persona ad affrontare e superare le difficolta' che si trova davanti. Questo potenziamento delle risorse della persona comporta la presenza delle sensazioni spiacevoli legate all'ansia. Queste sensazioni si presentano sia sul piano psichico che su quello fisico con manifestazioni molto varie.

Sintomi cognitivi

- sentirsi nervoso o sul filo del rasoio
- risposte esagerate di allarme
- difficolta' di concentrazione
- sensazione di testa vuota
- incapacita' a rilassarsi
- difficolta' di addormentamento
- irritabilita'
- atteggiamento apprensivo
- paura di morire
- paura di perdere il controllo
- paura di riuscire ad affrontare le situazioni


Sintomi somatici

- dispnea e sensazione di soffocamento
- palpitazioni
- sudorazione o mani fredde e bagnate
- bocca asciutta
- vertigini o sensazione di sbandamento
- nausea, diarrea o altri disturbi addominali
- vampate di calore, o brividi
- pollachiuria
- "nodo alla gola"
- tremori, contrazioni muscolari
- tensioni o dolenzia muscolare
- facile affaticabilita'
- irrequietezza

Questi sintomi vengono spesso associati ad elementi relazionali negativi attuali o pregressi come difficolta' lavorative, esami scolastici, difficolta' coniugali, lutti o separazioni.

Per esempio quando affrontiamo un esame, dobbiamo parlare in pubblico oppure veniamo aggrediti, la reazione ansiosa ci permette di aumentare le nostre forze fisiche e mentali (per esempio, aumenta l'attenzione, la memoria ed il nostro corpo si attiva - per esempio facendo funzionare di piu' il cuore e aumentando la tensione muscolare) per superare la prova che dobbiamo affrontare.

ANSIA PATOLOGICA

Esistono due condizioni in cui l'ansia diventa patologica:

  • quando la risposta ansiosa e' esagerata e disfunzionale rispetto agli stimoli che l'hanno indotta e l'individuo ne e' consapevole. Lo stato ansioso si manifesta in maniera costante, disturbando il paziente durante tutto l'arco della giornata con i sintomi già descritti, non gestibile con il ragionamento nonostante il paziente riconosca la natura esagerata della sua reazione (ansia generalizzata)

  • quando lo stato ansioso compare in assenza di uno stimolo scatenante. Lo stato ansioso compare acutamente ed e' caratterizzato da dispnea e sensazione di soffocamento, sintomi neurovegetativi, sensazione di sbandamento, paura di morire o di perdere il controllo (attacco di panico). Questi fenomeni sono generalmente ricorrenti, di breve durata, e possono essere inattesi o situazionali, cioe' scatenate da stimoli o situazioni.

Non raramente questi due condizioni patologiche di ansia coesistono nello stesso individuo.

a cura del Dr. G.Perna


 

NEWSLETTER
Iscriviti gratuitamente alla Newsletter per essere sempre aggiornato sul sito
RICERCA
Ricerca un termine all'interno del sito o nel web
DITE    LA    VOSTRA

Dite la vostra

I    PAZIENTI RACCONTANO
ELENCO ARTICOLI :
Ansia, depressione e fobie: cinque...
ANSIA NORMALE E PATOLOGICA
Medici/Psicologi Pazienti/Familiari English Home Page